venerdì 18 settembre 2009

KNOPFLE (SPATZLE) AGLI SPINACI CON PANNA E SPECK



Gli spätzle (termine originario dal dialetto svevo che significa "piccolo passero") sono gnocchetti di forma irregolare a base di farina di grano tenero, uova e acqua, originari della Germania meridionale, diffusissimi anche in Tirolo, Alsazia e Svizzera e Italia settentrionale, nonostante la loro patria per eccellenza sia la Svevia (la Germania del sud-ovest).
Normalmente vengono serviti come contorno a piatti di cacciagione e carni ricche di intingolo, ma sono ottimi anche come primo piatto, gratinati, conditi con panna fresca o burro fuso.
Il metodo di preparazione degli Spatzle resta costante al di là delle tecniche di "taglio" e dagli ingredienti con i quali vengono composti: farina di frumento, farina integrale, spinaci, ricotta o erbe.

Knöpfle:
Si distinguono dagli Spätzle tagliati a mano per la caratteristica forma a goccia. Per ottenerli si utilizza uno strumento simile ad una grattuggia contraddistinto da una superficie piena di fori (Spätzlhobel). La pasta viene fatta passare dai fori ed è subito tagliata, in modo che non si allunghi troppo. Si formano così delle "gocce" che cadono nell'acqua bollente.
(Testo liberamente tratto da Wikipedia)



INGREDIENTI per 4 persone:
250 gr di spinaci lessati e strizzati (circa 500 gr freschi)
250 gr di farina 00
2 uova
180 ml circa di acqua
sale
8 fette di Speck dell'Alto Adige
1 cipolla bianca media
200 ml di panna da cucina (1 confezione)
1 noce di burro
parmigiano per spolverare

PREPARAZIONE:
Ho cotto gli spinaci al vapore e li ho strizzati dalla loro acqua.
Li ho messi nel mixer con le uova, un pizzico di sale e l'acqua (io ho usato quella di cottura degli spinaci). Quando il tutto era amalgamato go aggiunto la farina poco a poco, continuando a far girare lel lame al minimo.
Ho lasciato riposare questo composto per mezz'ora e nel frattempo ho messo a bollire l'acqua salata.
Ho messo il burro in una padella ed ho fatto imbiondire la cipolla tagliata sottile. In seguito ho aggiunto lo speck tagliato a listarelle e l'ho fatto cuocere per qualche minuto.
Quando l'acqua bolliva ho posizionato lo spätzlhobel sulla pentola ed ho messo il composto di spinaci e farina nell'apposita vaschetta scorrevole, tagliando i piccoli gnocchetti a forma di goccia. Ho continuato a cuocerli per circa 5 minuti, poi li ho scolati e li ho ripassati brevemente nella padella con la cipolla e lo speck, aggiungendo anche la panna.
Ho impiattato e servito subito caldi (tranne per me, che come al solito dovevo fare la foto di rito...) con una spolverata di parmigiano grattugiato.

RIFLESSIONI:
Questo è un piatto molto sostanzioso e altrettanto gradito. Inoltre è un modo per "nascondere" gli spinaci ai bambini che non li gradiscono molto.
La quantità di acqua nell'impasto può variare, l'importante è arrivare ad avere un composto non troppo liquido, che cadrebbe troppo velocemente dai buchi dell'attrezzo, nè troppo denso, altrimenti rimarrebbe dentro la vaschetta senza scendere.

18 commenti:

Luvi ha detto...

Gnamm, io li adoro ma per ora mi sono trattaenuta e non ho ancora comperato al CACCAVELLA per farli... mi toccherà.. prima o poi, allora mi ricorderò di provare la tua ricetta. Grazie :D

lenny ha detto...

Mi hanno sempre affascinato, ma non li ho mai nè assaggiati, nè preparati.
Per onor del vero, ne ho gustato un tipo industriale, ma immagino siano tutt'altra cosa :))

katty ha detto...

che buon contorno!!! bacioni!!

manu e silvia ha detto...

Quest pasta piace moltissimo qnceh a noi, ed ilcondimento che hai scelto è proprio perfetto!
baci baci

ilcucchiaiodoro ha detto...

Li ho mangiati al ristorante,di quelli tipici bavaresi e mi sono piaciuti tantissimo,a casa non sono mai riuscita a farli perchè non ho mai trovato l'aggeggio che serve per farli,ma devo provvedere... orami sono pochi gli attrezzi che mancano in cucina e anche se lo spazio orami è ridotto al minimo cercherò (semmai nell'armadio) un posticino anche per quello!
Splendido piatto.

dolci a ...gogo!!! ha detto...

mmmmm sono proprio appetitosi!!!!bacioni imma

natalia ha detto...

io ce l'ho, ce l'ho, ce l'ho...c'è stato un periodo che ne facevo in quantità industriale. ci piacciono molto, io non mettevo gli spinaci ma così sono ancora più buoni!!

Sarah ha detto...

Che buoni gli spatzle agli spinaci! Io ne vado matta!

Mannu ha detto...

Che brava Barbara. Ti confido che mi piacerebbe tantissimo tornare a casa e trovare questo buon piattino profumato caldo caldo sulla tavola! Sembra facile, in realtà bisogna smaneggiare un bel po' di roba (tutta da pulire poi in tempi record!) . In più bisogna avere esperienza...chissà che un giorno mi prenda un non so che anche a me, a forza di avere questi buoni consigli...
ciao a presto
Mannu

Antonella ha detto...

Poco tempo fa ero da Europan e la persona davanti a me ha comprato l'ultimo strumento apposito per gli spatzle...:(
è una vita che voglio provare a farli....i tuoi sono favolosi!!!
Ho l'acquolina ;-9
Ciao

Barbara ha detto...

x Luvi: la "caccavella" non è facile da trovare, la comprai tanti anni fa, in tempi non sospetti... ed ora l'ho rispolverata e messa in evidenza. Credimi, ne vale la pena, se la trovi non lasciartela sfuggire!

x Lenny: non posso fare il paragone, non li ho mai comprati, ma ti assicuro che questi sono molto buoni!

x Katty, Sara, Imma, Manu e Silvia: Grazie, sono buonissimi!

x Ilcucchiaiodoro: problemi di spazio? Noooooo, c'è ancora posto sotto al letto, dietro al ripostiglio, nella scarpiera... e volendo, un angolino nella ghiacciaia lo trovo!!! ;-)

x Natalia: Ma sei anche tu come me? Quando provi una cosa nuova "ci vai in fissa"? :-)

x Mannu: per gli spinaci non ci sono problemi, al supermercato puoi prendere le buste con la verdura già pulita, al reparto ortofrutticolo... per il resto... ringrazia che non abitiamo vicino, altrimenti con quello che prepari anche tu... ingrasseremmo a vista d'occhio!!! Sai com'è... con la scusa di assaggiare...

x Antonella: in questi casi si può fare una cosa sola... commentare a voce alta tipo: "Ah, io ce l'ho e non vale un tubo... si pulisce difficilmente e si arrugginisce dopo il primo uso..." e sperare che quello che l'ha preso ci ripensi... Bacio!

Anonimo ha detto...

Per quanto mi lasci molto perplessa la definizione di Wikipedia ... gli spaetzle sono buoni sempre , soprattutto gratinati al forno ! Per un gusto delicato propongo quelli con la farina di grano saraceno ( senza gli spinaci ) che vanno conditi allo stesso modo . Se non avete l'apposito colino , potete usare un tagliere inumidito sul quale spalmerete la pastella e con l'aiuto del rovescio di un coltello farete scendere delle piccole fettuccine di pastella nell'acqua bollente .
Ciao T.:-) Annalisa

Barbara ha detto...

x Annalisa: Ciao, è un piacere leggerti qui! Tramite mail mi dicevi che questi sono proprio chiamati spaetzle e non knopfle... ed io che mi fidavo cecamente di Wikipedia!
Proverò a farli con la farina di grano saraceno e ti farò sapere come vengono, sono proprio curiosa!
Un abbraccio e grazie ancora per le tue preziose info!

FairySkull ha detto...

hihihiih belli, lo voglio anche io lo strumentino per farli !!! ciao !

Anonimo ha detto...

ciao,
per lo strumento... vi posso aiutare io, chiedete a una vostra amica che vende tupper-ware... esiste una gratella che è di plastica (facile da pulire e non arrugginisce)....
ciao

FrancySbt ha detto...

li ho fatti sabato sera, usando la tua ricetta, soltanto che li ho conditi con speck e chiodini, senza panna. Non avendo l'arnese, ho usato una grattugia a buchi larghi (quella per fare le scaglie) al contrario, versandoci l'impasto e facendo scendere le gocce passando (e ripassando...) un cucchiaio... Una rottura insomma, però erano veramente buonissimi...

Anonimo ha detto...

Perc chi non ha l'attrezzo...può usare uno schiaccia patate!!!^_^

Barbara ha detto...

x FrancySbt: Hai trovato un'ottima soluzione!!! Brava!

x Anonimo: credo che lo schiacciapatate abbia i buchi troppo piccoli, puoi fare un tentativo, ma se hai l'arnese adatto è meglio. A presto!!!

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin