venerdì 19 dicembre 2008

YOGURT FATTO IN CASA - dai 7 mesi



Ecco un'altra idea per colazioni e merende sane:

OCCORRENTE: una yogurtiera, la trovate nei negozi di casalinghi per circa 10 euro, compresi i vasetti (io uso quella rotonda della Girmi, con 7 vasetti da 150 gr), un vasetto di yogurt bianco e un litro di latte a lunga conservazione.

PROCEDIMENTO: Prendete un vasetto di yogurt (intero o magro, l'importante è che sia senza frutta) e un litro di latte a lunga conservazione (intero o parzialmente scremato, secondo le preferenze). Mettere il vasetto di yogurt in una ciotola e mescolando con una frusta aggiungere a poco a poco il latte. Quando avete amalgamato bene, versate il tutto nei vasetti (nel mio caso riesco a riempire completamente i 7 vasetti). Mettete il coperchio alla yogurtiera e lasciatela accesa per circa 10-12 ore (in estate bastano anche 6-8 ore).
Io lo faccio la sera prima di andare a letto, in modo da averlo pronto per la mattina.
Quando è rimasto l'ultimo vasetto di yogurt, ripetete il procedimento utilizzando 2 o 3 cucchiaini dell'ultimo vasetto, invece di ricomprarlo.

RIFLESSIONI: Ho provato a fare lo yogurt con il latte fresco, ma anche lasciandolo più ore nella yogurtiera non riesce ad addensarsi. Ho provato anche con i fermenti lattici vivi senza yogurtiera: qui i risultati sono troppo variabili, in base alla temperatura ambientale e all'umidità presente nell'aria. Il metodo che vi consiglio è proprio quello descritto, che vi darà uno yogurt denso e compatto. Provando le varie marche di latte a lunga conservasione vi accorgerete delle piccole differenze e troverete quello che più soddisfa i vostri gusti.
Se lo date ai vostri bimbi non aggiungete zucchero, se invece è per voi mamme e papà, potete zuccherarlo a piacere con zucchero bianco o di canna, oppure come suggerisco io con un cucchiaino di miele di acacia. Se lo volete con frutta potete trasferirlo in un bicchiere e aggiungere pezzi di frutta fresca tagliata al momento... Io spesso metto della frutta di stagione grattata (mela, pera, banana) se devo darla alle bimbe.
Ottimo per i bimbi ed anche per noi! Potete inoltre utilizzare lo yogurt per fare dolci o pane, otterrete un profumo ed un sapore diverso!

AGGIORNAMENTO del 02/09/2011:
Qualche tempo fa mi ha scritto Monica dalla provincia di Padova, mamma di due bimbe entrambe intolleranti al latte vaccino. Monica ha provato a riprodurre lo yogurt fatto in casa utilizzando il latte di capra con i fermenti liofilizzati, trovati in farmacia (nel suo caso Liofil, ma non lo dico per fare pubblicità). Ecco a voi i risultati che gentilmente mi ha mandato:

yogurt di capra e latte di capra parzialmente scremato: niente di fatto
yogurt bianco vaccino e latte capra parzialmente scremato: niente di fatto
fermenti liofil e latte capra parzialmente scremato yogurt molto fluido e buono
Monica ha provato anche con il latte fresco di capra ed i fermenti liofilizzati ed ha ottenuto uno yogurt più liquido, ma anche molto buono.

Ecco dunque qualche consiglio in più per chi è intollerante al latte vaccino.
Ringrazio Monica per la pazienza nei suoi tentativi, e per aver condiviso con tutti noi i risultati.

6 commenti:

francyfax ha detto...

ciao!oggi ho provato a fare lo yogurt con la yogurtiera.. poche ore e vedremo il risultato :) volevo chiederti... secondo te c'è un modo per fare lo yogurt ai cereali come quello che si trova nei supermercati?io quei cereali non saprei proprio dove andare a prenderli ma li adoro

Barbara ha detto...

Ciao Francy, auguri allora per il tuo primo yogurt! I cereali li trovi in fiocchi, di diversi tipi e misure, se vai da Castroni ti si aprirà un mondo! A presto!

Francesca ha detto...

Ciao Barbara!
Ho trovato il tuo blog ieri e l'ho già messo tra i preferiti, in attesa di provare qualche ricetta...
Per quanto riguarda lo yogurt, anche io ho provato a farlo con latte fresco, senza successo, ma da qualche parte ho letto che bisogna portare il latte a 80° e far raffreddare prima di procedere alla preparazione... Quello a lunga conservazione è UHT quindi non ne ha bisogno no? Appena recupero la yogurtiera ci provo.
Ciao!!!

rosy ha detto...

Ciao io ho fatto lo yogurt con questo metodo per tutta l'estate e lo trovo davvero ottimo suggerisco solo di fare il passaggio della bollitura del latte, non per problemi legati all'igiene ma solo perchè il latte a lunga conservazione, specie se parzialmente scremato, contiene un bel pò d'acqua (responsabile del risultato "yogurt mollo/liquido"). Io aggiungevo durante la fase di bollitura (20 minuti) aromi come vanillina o pezzetto di bacca per uno yogurt tutto naturale, caffè liofilizzato e una volta anche la cannella (Ero incinta...) !!!
Provate e seguiamo i consigli di Barbara aggiungendop il miele per dolcificare il risultato è sublime.

Anonimo ha detto...

ciao! sono Ennia... io faccio lo yogurt in casa da circa 2 anni. utilizzo i fermenti liofilizzati che trovo in farmacia e latte intero UHT. mi è capitato di farlo anche con latte fresco. in questo caso si deve però prima portare ad ebolizione e poi far raffreddare completamente. solo allora si può procedere come con il latte a lunga conservazione. rimane un po' più liquido, ma è ottimo!

Anonimo ha detto...

ciao mi chiamo Anna e sono mamma di Elisa,9 mesi. io tempo fa ho provato a fare lo yogurt proprio come da te consigliato,con la stessa yogurtiera,non era venuto male,ma non appena ho mangiato il primo barattolo la mia bambina allattata al seno ha cominciato a vomitare,adesso vorrei riprovarci ma allatto ancora anche se meno e non vorrei ripetere la stessa esperienza di mesi fa,mi sarebbe piaciuto proporlo anche a lei ma non oso rischiare! ciao ti seguo tanto!!!

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin