domenica 22 marzo 2009

PANE DI GRANO DURO





Dal libro "Pane e roba dolce" delle Sorelle Simili:

INGREDIENTI per la biga:
120 gr  di semola di grano duro
80 gr di acqua
2 gr di lievito di birra

INGREDIENTI per l'impasto:
1 Kg di farina di semola di grano duro
600 ml di acqua
20 gr di lievito di birra
20 gr di sale

PREPARAZIONE:
Ho amalgamato gli ingredienti per la biga la sera prima, lasciando riposare per tutta la notte in una ciotola chiusa.
Verso la metà della mattinata ho sciolto la biga con 300 cc di acqua nella planetaria, insieme al lievito di birra, 350 gr di farina. Continuando ad impastare ho aggiunto un po' alla volta la farina e l'acqua rimanente, alternandole; per ultimo il sale.
Ho impastato con l'impastatrice per circa 10 minuti a bassa velocità, poi ho continuato a mano sulla tavola di legno (mi piace sentire la consistenza e capire toccando quando l'impasto è pronto). Ho ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, non appiccicoso, che ho fatto riposare in una ciotola unta d'olio, coperto, per 1 ora e mezzo.
Ho rovesciato l'impasto sul tavolo poco infarinato, l'ho lavorato brevemente e l'ho diviso in due, formando due palle. Le ho messe a riposare sulle teglie spolverate di farina, con cui poi le ho cotte, coperte da un canovaccio. Dopo 30 minuti le ho schiacciate un po' con la mano, senza lavorarle, per togliere parte dei gas contenuti all'interno. Ho coperto nuovamente e lasciato lievitare per altri 50 minuti.
Ho acceso il forno a 210° statico, ho inciso i pani con 4 tagli ciascuno, formando un quadrato sulla parte superiore ed ho infornato. Dopo 20 minuti ho abbassato a 190° ed ho continuato la cottura per altri 30 minuti (togliendo le forme dalle teglie e poggiandole direttamente sulle grate del forno, per far cuocere bene anche sotto).
Passato questo tempo ho tolto i pani e li ho lasciati raffreddare.

E' un pane di colore giallo, molto saporito e con una mollica piuttosto compatta.
Con queste dosi ho ottenuto due pani da 750 gr l'uno.

13 commenti:

marsettina ha detto...

con le ricette delle simili non si sbaglia e tu sei una brava esecutrice complimenti

Barbara ha detto...

E' vero Marsettina, le mitiche sorelle Simili... un nome, una garanzia!

NUVOLETTA ha detto...

con un filo di olio d'oliva ottimo!

manu e silvia ha detto...

Buonssimo questo pane, ne sentiamo il profumino!
poi accompagnato con del prosciutto e formaggio...
baci baci

Mary ha detto...

complimenti è venuto prefetto!

Anonimo ha detto...

vorrei farti i miei più sentiti complimenti..da qualche mese frequento questo sito internet, poichè, seppure molto giovane, amo molto cucinare...qui ho davvero trovato ottime ricette e consigli!!grazie!!valentina

Barbara ha detto...

Grazie Valentina! Soprattutto se si giovane devi coltivare la passione per il buon cibo! Grazie per le belle parole! A presto!
Barbara

valelo ha detto...

ciao, ieri ho eseguito questa ricetta buono e saporito questo pane, ma secondo te perchè la mollica mi è venuta morbida? ciao e complimenti valeria

Barbara ha detto...

x Valelo: ciao, sono contenta che ti sia piaciuto! La mollica è compatta ma morbida. Se invece è umida, potresti provare a diminuire la temperatura del tuo forno aumentando i tempi di cottura. Fammi sapere! A presto!!!

myriam69 ha detto...

l'ho provato,secondo me è venuto buonissimo ,ma qualcuno ha obiettato che la mollica fosse troppo compatta....opinioni!!!bellissimo sito l'ho messo tra i miei preferiti.

Barbara ha detto...

Ciao Myriam!
Che piacere sapere che altre persone trovano spunto dal mio blog!
Le opinioni a volte possono essere discordanti, e ricordiamoci sempre che i gusti personali non si discutono. A qualcuno piace la mollica più compatta, ad altri la crosta più spessa... insomma, l'importante è mangiare un pane buono e genuino... e poi vuoi mettere la soddisfazione di prepararselo da soli?!?
Grazie per avermi scritto, sono stata contenta!
Ti mando un abbraccio!
A presto!!

Barbara

Monica ha detto...

Ciao, scusa la mia ignoranza... ma come mai usi la biga e poi metti il lievito nell'impasto? l'uso della biga non dovrebbe sostituire il lievito?

Barbara ha detto...

Ciao Monica, la tua domanda è del tutto lecita. Credo che le autrici del libro abbiano aggiunto il lievito di birra nell'impasto per "accorciare" i tempi di lavorazione. In ogni modo la biga contribuisce a rendere il pane più profumato.
Se hai tempo e vuoi preparare questo pane senza il lievito di birra puoi farlo: basterà moltiplicare per 2-3 volte (a seconda della temperatura e dell'umidità dell'aria) i tempi di lievitazione dell'impasto. Avrai così un pane ancora più profumato e digeribile!
A presto!!!

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin