martedì 6 ottobre 2009

COMPOSTA DI GIUGGIOLE



Quest'anno il nostro giuggiolo ci ha dato un sacco di frutti. Tante giuggiole le abbiamo mangiate cogliendole direttamente, altre le abbiamo regalate ai vari vicini di casa o amici che sono venuti a trovarci e con il resto.... c'è scappata anche questa!

INGREDIENTI:
giuggiole mature


PREPARAZIONE:
Ho preso le giuggiole ed ho tolto l'osso con un coltello, una ad una (1 kg di giuggiole = 1 ora di lavoro!). Ho messo in una grande padella antiaderente la polpa con attaccata ancora la buccia, e due bicchieri di acqua.

Ho acceso il gas al minimo ed ho portato a bollore. Ho fatto cuocere con il coperchio per quasi 2 ore, aggiungendo di tanto in tanto un po' di acqua calda.
A questo punto ho trasferito tutto in un colino cinese (chinoise) pestando con un piccolo mestolo. Infino ho raccolto le bucce ripassandole al passaverdure, con i buchi più piccoli.
Ho rimesso il tutto sul fuoco ad addensare per circa 20 minuti; ho invasato nei barattoli già caldi e li ho fatti freddare avvolti in un asciugamano con il tappo in giù.

RIFLESSIONI:
In genere si chiamano "composte" quei preparati in cui non aggiungiamo nessun tipo di zucchero e dove si possono sentire i pezzetti di frutta. Qui ho preferito passare il tutto per poter dare questa delizia anche alla piccola Fiore, in fase di svezzamento.
Le giuggiole sono ricche di vitamina C e contengono molti sali minerali.
Questa composta pur non contenendo zucchero è dolce e lascia un retrogusto che ricorda (mooooolto) vagamente l' amarognolo.
Con un kilo di giuggiole (intere) ho fatto 4 vasetti come quello nella prima foto.
A noi è piaciuta su una fetta appena tostata di pane integrale con semi di cereali misti (appena posso metto la ricetta).



P.S. Sull'albero ce ne sono ancora altre, se passate da qui ... ;-)

P.P.S. Domani parto per Colonia, vado a suggerire qualche trucco sulla pasta all'uovo ai tedeschi... e visto che ci sono, approfitto per andare a vedere l'ANUGA. Ci rivediamotra una settimana!!!

13 commenti:

Cindystar ha detto...

non so seèpartito il commento di prima...
ciao barbara e tanto piacere!
non sai quanto mi piace il giuggiolo, è proprio un ricordo di altri tempi!
ma così senza zucchero, quanto tempo si conserva questa composta?
buon soggiorno a colonia!

Barbara ha detto...

x Cindystar: ciao, piacere mio! Proprio perchè sono senza zucchero ho sterilizzato i barattoli per conservarli. Poi, una volta aperti, vanno tenuti in frigo e consumati entro pochi giorni. Conviene preparare vasetti piccoli, e poi, se serve per fare magari delle crostate, aprirne più di uno... a presto!!!

Antonella ha detto...

Ciao Barbara, sai che non conosco le giuggiole?
Mi hai incuriosito ;))
Un bacione e buon viaggio!

ilcucchiaiodoro ha detto...

Ciao sai che sono anni che non le mangio? E la composta mai mangiata! Mi hai fatto venire una voglia...

lenny ha detto...

Non ho mai avuto il piacere di vedere le giuggiole da vicino e mi piacerebbe approfittare del tuo invito .....
La tua composta mi incuriosisce.
Buon viaggio!

Cindystar ha detto...

grazie mille, barbara!
alla prossima composta!

Lady Cocca ha detto...

Da quanto tempo che non le vedevo....qui da noi ormai non se ne trovano quasi più....è un ricordo di bambina...erano molto buone!!!
ciaoooo

Barbara ha detto...

x Antonella: se approfittate una domenica per venire ve le faccio provare, e se vi va possiamo andare a cercare le castagne qui intorno... vediamo se siamo fortunate! :-)

x Ilcucchiaiodoro: la composta è più dolce dei frutti. Infatti in cottura i liquidi evaporano e gli zuccheri si concentrano... una vera delizia!!!

x Lenny: Peccato che stiamo un po' lontane... se vuoi provo a spedirtene un sacchetto per posta... ma mi sa che arriva la composta già pronta!!! ;-)

x Cindystar: allora a presto... mi hanno appena regalato un abusta di pere cotogne!

x Lady Cocca: pensa che se non era per mio padre che piantava l'albero, non le avrei neanche conosciute! Qui da noi non le ho mai viste!!!

Antonella ha detto...

Sei gentilissima ma purtroppo per le prossime tre domeniche sono impegnata...... mi sto organizzando per l'infrasettimanale ;**
Bacioni

Albertone ha detto...

Che bella la composta, mi mancava.
Vedo Barbara che anche tu usi le giuggiole belle "croccanti", quando hanno ancora quel buon gusto quasi di mela.
Io, dopo aver fatto il Brodo di G., la Marmellata di G. e la Gelatina di G., sto facendo appassire l'ultimo "raccolto" per provare a fare un Vino di G., facendole proprio fermentare come si fa con l'uva.
Staremo a vedere....

Alberto

p.s.: ma come sarebbe che hai disossato 1 kg in 1 ora ??? Ti hanno aiutato ? Io per farmi 1 kg mi son visto un intero film !!!

Barbara ha detto...

Ciao Albertone! Sono proprio curiosa di vedere come ti viene il vino... quello proprio non l'ho mai sentito...
Per disossarle... ed io che credevo di essere lenta... ahahaaa! E poi si, a me piacciono ancora crocanti, il sapore è ancora bello fresco!
Più tardi farò un salto da te a vedere il tuo brodo di giuggiole; io ancora le sto raccogliendo!!!

furfecchia ha detto...

Che peccato non aver visto prima il tuo blog... il mio giuggiolo ha fatto una quantità esagerata di guiggiole, avevo scritto anche un post, dove chiedevo consigli per utilizzarle... poi ce le siamo mangiate tutte al naturale, l'idea della composta mi piace proprio tanto!
a presto
Silvia

Barbara ha detto...

x Silvia: beh, allora il prossimo anno saprai come prepararle... Grazie per essere passata, ci vediamo presto!

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin