martedì 12 novembre 2013

ZUCCA SOTT'OLIO



E' passato più di un anno dall'ultimo post.
Tante cose sono cambiate, e stanno cambiando ancora...
Ci sono dei momenti nella vita in cui, anche se non te lo aspetti, c'è una svolta, e ti ritrovi, senza volerlo, a dover prendere decisioni importanti e non facili, che coinvolgono il resto della famiglia... 
Questo a volte comporta inevitabilmente che l'attenzione venga spostata altrove...
Ecco perché la mia lunga assenza dal blog in questi mesi. Sono stata impegnata a ragionare su quello che è successo e cercare di trovare una soluzione che andasse bene non solo a me... e ancora non ho risolto tutto...

Siete stati in tanti a scrivermi in questi mesi, chiedendomi di tornare a farmi viva, di tornare a dedicarmi al blog scrivendo ancora di ricette e pensieri di vita.
Vi ho sempre pensato con affetto, e mi è mancato, oltre al mio blog, anche il vostro affetto e gli scambi di opinioni sulle ricette e non solo.

Ho avuto il piacere di conoscere personalmente una lettrice fra le più affezionate, e la sua meravigliosa famiglia, durante uno dei miei tanti spostamenti di lavoro in giro per l'Italia. Angiola mi ha chiesto tante volte di tornare a scrivere sul blog, ed in questi mesi ci sono state diverse occasioni di scambi di pensieri, oltre che di ricette.
Lascio qui la ricetta della zucca che mi ha chiesto (il barattolo che le avevo portato è finito in 24 ore....), in modo che anche tutti voi possiate averla a disposizione se vi va di cimentarvi in questa preparazione di stagione.

Non so quando tornerò a scrivere regolarmente sul mio blog, ma mentre cerco di trovare una qualche soluzione nella vita privata, lascerò qui di tanto in tanto qualche ricetta.


Veniamo dunque alla zucca sott'olio.

INGREDIENTI:
1 zucca intera (la mia pesava 6,8 Kg)

sale fino
origano (o menta se preferite)
1 testa d'aglio
peperoncini secchi
2 litri di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE:
Lavate la zucca con una pezza umida, per togliere i residui di polvere e terra, e tagliatela a spicchi.
Pulite gli spicchi dai semi e tagliate via la buccia.
Ora che avrete pulito tutti gli spicchi, tagliateli a dadini e metteteli dentro un recipiente coprendoli con acqua e aceto bianco (al 50%, metà acqua e metà aceto bianco). Laciatele in ammollo per 24 ore (io la preparo la mattina, così il giorno dopo ho tutto il tempo di continuare con il resto delle operazioni).
Trascorse le 24 ore dovrete strizzarle per togliere lacqua e aceto in eccesso. Io mi aiuto un po' alla volta con uno schiacciapatate, strizzandole per bene e raccogliendole dentro ad un'insalatiera.
A questo punto condite i dadini di zucca marinati, con il sale e l'origano, come se fosse un'insalata. Ovviamente la quantità del condimento è personale, e potete assaggiarla per capire se aggiungere o meno questo o quell'ingrediente.
Ora, dopo aver sterilizzato ed asciugato i barattoli di vetro ed i coperchi (assicuratevi che siano quelli che permettono di vedere se c'è il sottovuoto), mettete in ognuno un po' di olio extravergine, giusto per coprire il fondo, un peperoncino piccolo (io ne metto una metà in fondo e l'altra in alto, prima di chiudere il coperchio) e qualche fettina di aglio (anche questo lo metto sia sopra che sotto).
Riempite i barattoli con la zucca, fino ad un paio di centimetri dall'orlo del barattolo.
Aggiungete olio extravergine fino a coprire tutti i dadini. Aiutatevi con un cucchiaio a schiacciare bene la zucca facendo uscire l'aria e comprimendoli verso il fondo.
Non vi rimane che chiudere bene i coperchi (dopo aver pulito per bene il bordo dei barattoli) e sistemarli in una pentola. Coprite con acqua fredda (l'acqua deve superare di un paio di centimetri i coperchi) e portate a bollore. Io li faccio bollire per circa 15 minuti, poi spengo il gas e li lascio raffreddare dentro la stessa acqua.
Quando l'acqua sarà fredda togliete i barattoli e controllate che i coperchi abbiano al centro una piccola depressione (non devono fare "clic"), che indica l'avvenuto sottovuoto. Se invece fanno "clic" significa che i coperchi non sono a tenuta stagna, oppure non avete chiuso bene.  Cambiate i coperchi e fate bollire di nuovo i barattoli come avevate fatto precedentemente.

Con la mia zucca ho riempito circa 15 barattoli di diverse dimensioni. Si può mangiare dopo un mese dalla preparazione.
Se la preparate adesso, avrete anche dei buonissimi e apprezzatissimi regali di Natale!

Un ringraziamento particolare va alla mia amica Maura, con la quale in questi mesi è capitato di condividere pensieri, parole, buona musica (...dovreste vederla...abbracciata alla sua zampogna...) ed anche ricette... Grazie per avermi dato questa!!

Ed infine un saluto a voi, cari amici e lettori, e grazie l'affetto che mi avete dimostrato con i vostri messaggi e le vostre numerose visite sul mio blog in questi mesi!

A presto!!!

7 commenti:

Betty ha detto...

bentornata, anche se momentaneamente.
prima di tutto si pensa a noi, alla famiglia ecc. e poi al resto.
l'importante è che stai bene, stiate bene.
noi siamo sempre qui e quando deciderai di tornare ti leggeremo volentieri :))))

mi piace questa ricetta, una domanda: ma nel caso il barattolo non avesse fatto il sottovuoto e deve essere bollito di nuovo, la zucca non si disfa? non passa a cottura?

Barbara ha detto...

Betty! Che piacere ritrovarti! Spero anche voi stiate bene!
Ascolta, la zucca che metti nei barattoli, non ha subìto alcuna precottura, quindi è bella croccante. Se anche la fai bollire una seconda volta, al massimo si ammorbidisce un po', ma non arriva a cuocere!
Provala anche tu, è fantastica!!
A presto amica mia, un abbraccio a te.

Branca Pecc ha detto...

mi sembra ottima ..ma il sale? non ne mettiamo nemmeno un pochino?

Barbara ha detto...

Ciao Branca Pecc, se leggi bene, trovi anche dove dico di aggiungere il sale... ;-)
A presto!

Anonimo ha detto...

Cara Barbara
mi spieghi meglio il passaggio di quando strizzi i dadini di zucca con lo schiaccia patate?
in questo modo non rischiamo di schiacciarli?
grazie saluti Peppino (giuseppe chiapponi)

Barbara ha detto...

Peppino! Che piacere trovarti qui!!!
Scusa se non ti ho risposto subito.
Allora se avete uno schiaccia patate metteteci dentro i dadini di zucca fino a riempirlo a metà. Poi strizzate fino a togliere l'acqua in eccesso. I dadini risulteranno un po' "appassiti", ma ti assicuro che rimarranno croccanti. Io uso molta forza per schiacciarli, fino a che non esce più acqua.
Buon lavoro, e saluta tanto Maria da parte mia!!! ;-)

cooksappe ha detto...

ah però! ^^

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin