martedì 7 aprile 2009

GNOCCO FRITTO


Ecco una ricetta dello gnocco fritto, presa dal libro "La grande cucina italiana", Il Giornale - Food Editore.
L'ho provato stasera ed è venuto veramente buono!

INGREDIENTI per 4 persone:
250 gr di farina OO
120 ml di acqua
15 gr di lievito di birra (io ne avevo 10)
3 cucchiai di olio
salumi e formaggi a volontà

PREPARAZIONE:
Ho sciolto il lievito nell'acqua aggiungendo il tutto alla farina; poco dopo ho aggiunto anche l'olio, mescolando a mano in una ciotola.
Ho fatto riposare l'impasto coperto con pellicola per un'ora.
L'ho ripreso e, senza impastarlo, l'ho steso su un piano poco infarinato.
Lo spessore varia da 2 a 6 millimetri. Io ho provato con 2. A questo punto ho tagliato la pasta a rombi con una rotella liscia


e li ho fritti in olio di semi di arachide; pochi secondi per lato, togliendoli non appena accennavano a prendere colore.
Lo gnocco fritto ci è piaciuto e in pratica abbiamo cenato solo con questo, accompagnato da salumi e formaggi.

RIFLESSIONI:
Immergendo la pasta nell'olio bollente si gonfia dopo pochi secondi. Tagliando lo gnocco in due si può farcire l'interno.
La prossima volta voglio provare a stendere la pasta più spessa, 4-5 mm.
P.S. Gli ultimi rimasti li abbiamo farciti... con la Nutella e... ci è piaciuta anche questa versione!

36 commenti:

Federica ha detto...

E ti credo che avete cenato solo con questo, è una bontà unica!
E poi con la nutella.... da urlo!

Mary ha detto...

sfiziosetti questi gnocchi!

natalia ha detto...

cara barbara complimenti per l'uso giusto dell'articolo (si dice infatto lo gnocco fritto)in casa mia viene fatto almeno una volta ogni 10 giorni.Prova a farlo la prossima occasione senza lievito di birra, aggiungendo solo acqua minerale, olio, mezzo bicchiere di latte (per colorire l'impasto durante la cottura), questa versione a parer mio è più buona nonch'è la vera ed originale ricetta di questo splendido pasto! Hai azzeccato anche con la nutella che ormai è diventato "obbligatorio" usare con gli ultimi pezzi. Lo gnocco non si taglia in mezzo ma se ne sovrappongono due pezzi uno contro l'altro con la farcia in mezzo!ciao e ancora brava

Barbara ha detto...

Grazie ragazze!
x Natalia: interessanti le dritte che mi hai dato! Se non ti dispiace ti chiedo le dosi esatte dei liquidi su questa quantità di farina... e poi togliendo il lievito devo aggiungere altro? Tipo bicarbonato? o basta l'acqua frizzante?
Non vedo l'ora di rifarli!!!

manu e silvia ha detto...

Che bella ricetta! originalissima! proprio da provare, soprattutto con un abbinamento così gustoso!
bacioni

Anonimo ha detto...

ciao io metto un po di stracchino..nn è male ..
gli dona un retrogusto eccellente..provatelo

Barbara ha detto...

x Anonimo: indenti dire che lo metti direttamente nell'impasto? in che proporzioni? ... da provare anche questo!

Barbara ha detto...

x Natalia: La tua ricetta l'ho provata ma ho fatto l'errore di tirare troppo la sfoglia... il colore però era stupendo e ce li siamo divorati tutti! La prossima volta faccio la sfoglia un po' più alta!
Grazie!

Anonimo ha detto...

ciao barbara, deliziosa questa ricetta, la proverò stasera... e buone ferie!!!!

Barbara ha detto...

x Anonimo: a noi è piaciuta moltissimo, provala anche tu e fammi sapere!

Anonimo ha detto...

ciao, mi chiamo chiara. sono della tribù di natalia (mia cugina).
ho stampato tante delle tue ricette e ti ringrazio per gli spunti.
complimenti.
ti torno a trovare e ti racconto come sono andate le ricette.
sai, io sono una cuoca un po' pasticciona!

Barbara ha detto...

x Chiara: ciao e benvenuta qui! E' un piacere conoscere la cugina di una persona così speciale!
Ti aspetto!

Anonimo ha detto...

Lo gnocco fritto non si taglia e non si imbottisce come se fosse un micropanino; e nemmeno si accoppia con un altro gnocco inframmezzandogli il salume. In questi modi, il sentore di fritto prevale.
Provate invece a fare il contrario: "incartate" lo gnocco in una bella fetta del vostro salume preferito ... e sentirete la differenza.
Lambrusco per chi ama i rossi. Malvasia per chi preferisce i bianchi. Secchi naturalmente!
Homer

Anonimo ha detto...

quasi quasi lo faccio subito...io li faccio simili con due patate bollite e passate impastate con gli altri ingredienti...
Anto69

Anonimo ha detto...

io lo faccio tutti i giorni in un ristorante ma con lievito e fritto nello strutto senza aggiunta di olio nell' impasto

Gianfranco ha detto...

Avrei bisogno della quantità esatta degli ingredienti senza il lievito...Grazie

Rayna ha detto...

invece in Bulgaria si fa per colazione la domenica - con feta, miele o zucchero a velo.
Mmm, che bei ricordi!

Anonimo ha detto...

accattivanti spero di provarli presto non ho il lievito questa seracio mag

Barbara ha detto...

x Mag: Fammi sapere che ne pensi!!! Alla prossima!!!

le ricette di tina ha detto...

Ciao ti ho copiato la ricetta..dosi perfette..quanto erano buoni!!!grazie..li ho postati sul blog..ho copiato anche il procedimento spero nn me ne vorrai..alla prossima ricetta.Bellissimo blog..mi piace !!!

Barbara ha detto...

Ciao Tina, benvenuta sul mio blog. Come vedi la ricetta non è mia, ed è comunque a disposizione di tutti. Prendi da qui tutto quello che vuoi... e fammi sapere se ti è piaciuto! Verrò a sbirciare sul tuo blog!
Un abbraccio e a presto!!!

sara ha detto...

ciao carissima amo il gnocco fritto, tra l'aaltro piatto tipico della mia zona.. ti consigli però di friggerlo nello strutto, diventa ancora + saporito, anche se rimane un po + unto.. cmq il gnocco è buono anche con la marmellata di prugne fatta in casa..

Barbara ha detto...

Ciao Sara! Grazie per il tuo consiglio, ho la marmellata in casa e... la prossima volta lo cucinerò come consigli tu!
Un abbraccio!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti sono cri e mi sto cimentando per la prima volta con la ricetta dello gnocco fritto... con tutti i vostri consigli sicuramente mi verrà un capolavoro!!!

Barbara ha detto...

Ciao Cri, vedrai che riuscirà benissimo! Un abbraccio!

MARI ha detto...

CI VUOLE ANCHE BURRO ?

Barbara ha detto...

No Mari, c'è già l'olio.

Anonimo ha detto...

provo a farlo stasera vediamo che ne saltba fuori...io sono sempre andata a mangiarlo fuori..:)

Barbara ha detto...

x Anonimo: Vedrai che non ti deluderà! Fammi sapere!!!

zurlina ha detto...

Che buoni questi gnocchetti!!!

Anonimo ha detto...

Il grande gnocco fritto, io sono di Modena e qui lo facciamo da sempre, mia nonna non ci metteva il lievito di birra!

Anonimo ha detto...

I pezzi che restano alla sera,metteteli in un sacchetto di carta e quindi dentro una busta di plastica durante la notte,al mattino saranno speciali , così morbidi da essere intinti nel caffèlatte e/o farciti con Nutella!!!!
Provare x credere !!!!

Anonimo ha detto...

Si sono ottimi io li ho mangiati a Imola come antipasto veramente buoni !!...ciao

Dany Da ha detto...

Ciao,ho scoperto questo blog x caso, e ho segnato qualche ricetta... x quanto riguarda gnocco fritto.. dipende da quale zona dell'Emilia Romagna.. nella zona di Parma si chiama Torta fritta!! e nn manca mai nelle feste di paese!!! si gusta anche con i formaggi morbidi... crescenza.. stracchino.. io anche gorgonzola!!! eheeeehee
ciao Dany :-D

Anonimo ha detto...

Ciao io sono di Modena e mia nonna che era esperta nel gnocco non ci ha mai messo il lievito, usava l'acqua minerale gassata e si gonfiavano ugualmente, poi li friggeva nell'olio di semi. Ciao Cecilia:-)

Anonimo ha detto...

Cara Barbara, il gnocco fritto si divide in due categorie : quello fatto e fritto con lo strutto..e pi la serie B quello fatto e fritto con l'olio !!! Hai visto mai Ulivi in emilia ? Mentre da secoli le famiglie uccidevano il maiale e dal grasso menon nobile ricavavano lo strutto !! Oltretutto viè una ragione fisica per cui è meglio friggere con lo strutto : il punto di fusione dei due elementi ! Lo strutto frigge a temperatura più alta e quindi all'immersione dello gnocco chiude i "pori" dell'alimento non penetra all'interno.Claudio

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin