martedì 6 aprile 2010

VOLATE COLOMBE... VOLATE


Esattamente un anno fa l'Abruzzo è stato colpito da una delle più grandi catastrofi naturali  italiane. Un anno fa migliaia di persone si son trovate a fare i conti con qualcosa di più grande di loro.
Il terremoto che la notte tra il 5 ed il 6 aprile del 2009 colpì L'Aquila cambiò in pochi minuti la vita di molte persone.
308 le vittime.
Molti hanno perso i propri cari. Molti hanno perso la casa con tutti i loro averi. Molti hanno perso il lavoro. Hanno vissuto nelle tendopoli facendosi coraggio l'un l'altro. Hanno dovuto reimparare a vivere, con prospettive del tutto diverse da quelle che avevano fino a poche ore prima.
Una cosa però non hanno perso: la dignità.
Nella città de L'Aquila c'era una azienda storica ,"Sorelle Nurzia", dal 1835, che si è trovata in ginocchio.  Quello che il terremoto non è riuscito a distruggere è stata la loro voglia di continuare a lavorare, come solo chi ama il proprio mestiere può fare. Lentamente hanno rialzato la testa, lentamente si sono rimbocccate le maniche, e lentamente hanno ricominciato a produrre i loro prodotti da forno, facendoli conoscere in tutto il mondo.
In questi giorni diversi media hanno parlato di questo grande evento e sono felice di far volare anche io virtualmente una Colomba. Una Colomba che porti loro un forte abbraccio, una grandissima stima ed un invito a continuare a far conoscere a tutto il mondo i loro prodotti artigianali, fatti con il cuore prima ancora che con le mani.
A questa azienda storica, e a tutto l'Abruzzo dedico una foto, la foto della pasta madre, ingrediente indispensabile nella preparazione delle colombe pasquali.

La pasta madre ha una forza incredibile dentro di sè, capace di far lievitare gli impasti lentamente, senza arrendersi, donando loro un profumo unico che nessun altro tipo di lievito sa dare... Ecco, per me le Sorelle Nurzia e tutte le persone colpite dal terremoto sono come la pasta madre, piena di vita, di energia, in grado di rimettere in piedi anche chi per un momento si è dovuto inginocchiare sotto il peso della catastrofe.

Grazie per questa bella lezione di vita Sorelle Nurzia, c'è da prendere esempio da tutti voi. Volate alte nel cielo insieme alle tantissime Colombe in volo oggi... mentre noi da quaggiù vi guardiamo sorridenti.

8 commenti:

Gunther ha detto...

volano volano e molto bene anche

annamaria ha detto...

mi inchino davanti a tanta dignita' con tanto rispetto, mi accodo a voi nel ringraziare questa azienda che da anni lavora ed ha lavorato ,possiamo dire nel modo piu' tradizionale, auguro a tutti una ripresa veloce e ancora migliore di prima anche se le cicatrici rimangono ma la persona non e' sconfitta ..con affetto Annamaria

natalia ha detto...

Che bello !

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Il tuo pensiero è tra i più belli che ho letto e concordo pienamente per quanto riguarda la similitudine tra il popolo abruzzese ed il lievito madre.
Bravissima!
Anna Luisa

Lauradv ha detto...

Un bellissimo post, delle splendide parole! Un abbraccio Lauradv

MarinaV ha detto...

Bellissime parole, grazie!

Lady Cocca ha detto...

Un post semlicemente FAVOLOSO....complimenti...ti abbraccio e spero che i prodotti si possano ordinare sempre....chissà!!!

Barbara ha detto...

Grazie a tutti voi, che contribuite a far crescere chi lavora ancora tradizionalmente. Un abbraccio a tutti!

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin