mercoledì 23 giugno 2010

TORTA STORTA



Ecco l'ultima creazione in casa della Cuoca Felice, una torta di compleanno un po' particolare.
L'ho preparata per un giorno molto speciale di una carissima amica...
Le torte a piani, specialmente "storte" non fanno parte della nostra tradizione; per capire come si costruiscono sono andata a spulciare più di qualche sito americano. Lì preparano spesso questo genere di torte, aiutati soprattutto dalle consistenze del tutto diverse dei loro dolci. Sarebbe molto più difficile per noi preparare una torta come questa con un pan di spagna farcito con crema e panna. Innanzitutto non avrebbe la "forza" di sostenere le decorazioni in pasta di zucchero, poi dobbiamo tener presente che per decorare una torta così abbiamo bisogno di tempo, e soprattutto in estate le creme all'interno della torta ne risentirebbero fuori dal frigorifero...
Non parliamo poi dello spazio... Quando preparo questo genere di torte ho bisogno sempre di un secondo frigorifero (non tutti hanno questa fortuna), perché lo spazio che occupa anche durante la lavorazione è notevole.
Non ho purtroppo le foto dei vari passaggi, perché questa torta è stata preparata e costruita durante tre notti, quando tornavo dal lavoro, e l'ultimo pensiero erano proprio fotografare i passaggi... metto però di seguito i link dei siti che ho consultato per costruirla:

Per prima cosa le tre basi hanno lo stesso impasto (americano, ovviamente), e lo potete trovare qui; per quanto riguarda la pasta di zucchero per la copertura e la decorazione la trovate qui. Ed ora procediamo per gradi.
Si inizia con la pasta di zucchero, che potete preparare anche diversi giorni o settimane prima. Si preparano poi le basi delle torte (in base a quanti piani volete fare) di circonferenza diversa, e si ricoprono con una crema al burro (metterò la ricetta tra breve), per spianare e coprire le piccole imperfezioni.
Ora le istruzioni su come lavorare le varie torte e montarle storte, le trovate qui; la pagina indicata è piena di foto, quindi molto intuitiva.

Se volete avere un'idea su che cosa si possa fare con questa tecnica... andate a dare un'occhiata qui, oppure qui... e buon lavoro!

22 commenti:

Anastasia ha detto...

Ciao Barbara! Bentornata con questa meravigliosa torta storta! Un abbraccio sperando sempre di sentirti presto! ^:* Any

Kiss Kiss Anna ha detto...

Ma che meraviglia la tua torta.....complimenti...io devo fare molta strada per riuscire in queste imprese....mille baci, Anna.

Anonimo ha detto...

si, sono proprio io la destinataria della torta storta..... vi assicuro che vederla "dal vivo" è stata un'emozione fortissima, in un attimo si concretizzavano due parole AFFETTO e FELICITA' ... erano li, sotto i miei occhi solo per me! grazie Barbara sei una amica meravigliosa
Giovanna

Solema ha detto...

Non sapevo nemmeno che si potessero fare, comunque a me vengono spesso storte senza fatica!!!

Francesca ha detto...

Ma che bella e originale!!!!
Franci

Aurore ha detto...

questa torta è monumentale, tornerò spesso.se vuoi fare un salto nella mia cucina
http://biscottirosaetralala.blogspot.com

Raffy ha detto...

Ma complimenti è davvero fantastica....
sei stata davvero brava...
è la prima volta che visito il tuo blog e sono già tra i tuoi sostenitori...
complimenti e un abbraccio.
Bimbaiaia

il sapore del verde ha detto...

Carissima Barbara, non sai che piacere leggerti! Anch'io come te ho frequentato i corsi professionali di "A tavola con lo chef" e anch'io sono una "Chef a domicilio", con grandissimo piacere e divertimento! Elementi comuni che mi fanno subito sentire "amiche"! Questa torta è davvero stupenda e spero di incontrarti spessissimo qui o sulle mie pagine... essendo entrambe di Roma poi chissà che non si riesca anche a "fare di meglio"! Per ora ti abbraccio, a prestissimo! Deborah

p.s. Chiappini è una vera forza della natura! Che bravo!

Barbara ha detto...

x Anastasia: Ciao, grazie! Spero di sentirti presto!

x Kiss Kiss Anna: ciao Anna, vedrai che basta un po' di tempo e... tanta voglia di fare! Un abbraccio!

x Giò: Che bella sorpresa leggerti qui! è stato un vero piacere per me, cara amica! Sai che sono sempre a disposizione! Un abbraccio fortissimo!

x Solema: sei simpaticissima! A presto!!

x Francesca: Grazie mille!

x Aurore: grazie anche a te, vengo subito a trovarti!!!

x Raffy: ciao e benvenuta dunque! Mi fa piacere che ti sia piaciuto il mio blog... a presto!

x Deborah: ma guarda che coincidenza! Quando verrò a Roma te lo farò sapere! Un abbraccio!!!

Anonimo ha detto...

ma le tre torte come si tengono??o.o perche nn sprofondano??

Barbara ha detto...

x Anonimo: probabilmente non hai letto verso la fine del post... è indicato un link in inglese, pieno di foto e molto semplice da capire... buona navigazione!!!

Anonimo ha detto...

veramente splendida, ma poi si conserva in frigo???e x quanti giorni circa rimane morbida??? grazie

Barbara ha detto...

x Anonimo: Ciao, questa torta si conserva nella dispensa, non in frigo. La decorazione in frigo si rovinerebbe con l'umidità, per questo ho scelto una torta che potesse essere conservata fuori. Si conserva morbida per 4-5 giorni almeno, oltre non ti so dire, perché quando preparo le torte con questo impasto durano sempre poco!!!
A presto!!!

Anonimo ha detto...

volevo farti una domanda: come si fa x tagliarla??? grazie in antipo x la risposta

Barbara ha detto...

x Anonimo: Hai ragione, non l'ho spiegato...
per tagliarla bisogna "smontarla" pezzo per pezzo.
In pratica alzi la prima torta in alto, la poggi sul tavolo e la tagli normalmente. La torta che sta in mezzo, così come quella sotto, avrà un buco al centro, quasi come un ciabellone. Una volta finito di tagliare la prima torta, smonta il secondo strato, togli le "colonne" di plastica che servivano per sorreggere quella sopra, e taglia anche quella.
Spero di essere stata chiara!!!
Ciao!!!

Anonimo ha detto...

ciao cara innanzitutto ti faccio i miei komplimenti la torta e veramente bella avrei un paio di domande da farti... la prima questo pan di spagna all americana come si deve farcire in mezzo?? ho visto che le torte sono soatenute da tubicni ma kome si mettono? dove si acquistano? tu kosa hai messo? e poi ogni torta storta ha bisogno di tre pan di spagna all americana dalla foto mi e apparso di kapire kosi giusto??? grazieeee aspetto kon ansia una risposta baci jessy

Barbara ha detto...

Ciao Jessy, la torta che ho preparato non è un pan di spagna (se guardi il link indicato te ne rendi conto). Se vuoi puoi usare il nostro pan di spagna e "montarlo" alla stessa maniera di questa torta. In america usano farcire le torte con creme al burro (molto pesante per i miei gusti). Ti sconsiglio crema o panna perché i tempi di lavorazione fuori dal frigo sono abbastanza lunghi, soprattutto se non ne hai mai fatte. I tubi che sostengono le torte li trovi nei negozi che vendono questo tipo di accessori e decorazioni per torte; se giri su internet ne trovi quanti ne vuoi!
Spero di aver risposto a tutti i tuoi dubbi... buon lavoro!!!

Anonimo ha detto...

ciao cara grazie per la risposta.... si infatti non e proprio un pan di spagna. alla fine non ho usato quella ricetta ma me ne hanno konsigliata un altra chiamata madeira che viene usata per fare torte sostenute come queste storte...quello che volevo sapere in mezzo non viene inzuppata da nessun liquore o bagna analcolica? kmq in mezzo al.posto della crema al.burro che non e il.massimo mi.hanno konsigliato di mettere la ganache al cioccolato.... e poi per fuori per forza crema al.burro.. tu kome l hai farcita? grazie cara.... ps te lo kiedo perche ho letto in.tante pagine che queste torte sorte non si inzuppano con liquori perche diventerebbero tr pesanti. io mi kiedo km e di sapore non essendo.inzuppata? baci jessy

Barbara ha detto...

Ciao Jessy, l'impasto che ti hanno consigliato non lo conosco, quindi non posso dirti niente... so che qualcuno usa un pan di spagna più sostenuto. La bagna te la sconsiglio anche io, queste torte a strati diventano veramente pesanti! Per il ripieno idem, io ho usato quella ricetta perché non c'è bisogno di farcirla. Puoi provare con una ganache al cioccolato, un po' più consistente però, che non fuoriesca dai lati e non faccia scivolare lo strato che metti "al contrario" su ogni disco...
Buon lavoro!!!

Mammaweb ha detto...

Complimentissimi, veramente di grande effetto... chissà se deciderò di cimentarmi... ma hai usato anche tu i pioli per sostegno?
ciao a presto
CInzia

Barbara ha detto...

Ciao Cinzia, io ho sempre usato i tubi in plastica... i pioli in legno ancora no...

Anonimo ha detto...

beh,e imbarazzantamente sommaria e improvvisata....quando si stende il fondente a copertura non ci devono essere pieghe...bello il marmorizzato ,ma e semplice,speriamo che almeno il sapore abbia sopperito all'aspetto

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin