giovedì 15 luglio 2010

PIZZA NEL FORNO A LEGNA CON LIEVITO NATURALE (LUNGA LIEVITAZIONE)


Avere il lievito naturale in casa è una meraviglia per chi panifica, ma avere anche un forno a legna che ci permette di fare le pizze in giardino con gli amici... non ha prezzo! Così ieri sera, dopo aver passato il pomeriggio a schizzarci fra grandi e piccoli con il tubo dell'acqua (in quel momento anche noi grandi eravamo tornati bambini!) ci siamo gustati delle buonissime pizze cotte nel forno a legna, con impasto a lunga lievitazione con pasta madre, altamente digeribili.
La lavorazione è un po' lunga, ma ne vale la pena.

INGREDIENTI (per ogni pizza)
65 gr di pasta madre (rinfrescata recentemente)
225 gr di farina forte (manitoba)
125 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine
6 gr di sale

PREPARAZIONE
Il giorno prima, dopo pranzo, ho cominciato a rinfrescare la pasta madre, ogni tre ore. Dopo tre rinfreschi ho preso la quantità di lievito che mi serviva (io ho moltiplicato la dose per 6) e l'ho messa nell'impastatrice con l'acqua e l'olio (se lavorate a mano basta seguire le stesse indicazioni lavorando tutto dentro ad una grande insalatiera). Ho fatto sciogliere  il lievito madre ed ho cominciato ad aggiungere la farina. Dopo circa metà farina ho aggiunto anche il sale, continuando ancora con la farina.
A me piace sentire con le mani la consistenza della pasta, quindi preferisco aggiungere a mano gli ultimi 300-400 gr di farina: infarino un piano da lavoro e rovescio l'impasto, aggiungendo la rimanente farina e lavorando con una spatola.
Questo impasto non va lavorato molto, altrimenti comincia ad appiccicarsi alle mani ed al piano di lavoro; appena sentite e vedete che comincia ad attaccarsi non cadete nell'inganno di aggiungere altra farina, ma prendete l'impasto e rovesciatelo dentro un contenitore unto di olio. Coprite e lasciate lievitare tutta la notte (con il caldo è preferibile lasciare l'impasto in frigorifero dopo le prime 3-4 ore a temperatura ambiente), sempre coperto.
Il giorno dopo, dopo pranzo, ho ripreso l'impasto e senza lavorarlo l'ho rovesciato sul piano di lavoro leggermente infarinato. Ho tagliato 6 pezzi (secondo le dosi che avevo calcolato) e sempre senza maneggiarli troppo, ho dato la forma di 6 palline che ho sistemato dentro ad un contenitore, coprendole con una pellicola unta di olio.
All'ora di cena è bastato prendere le palline ormai lievitate (e morbidissime) e stenderle, aiutandomi con la farina sopra e sotto l'impasto.
Il condimento lo decidete voi secondo i vostri gusti, ma se volete un consiglio... cuocete una base con solo passata di pomodoro condita (sale, olio, origano e aglio) ed una volta uscita dal forno guarnitela con rucola, pomodorini pachino e tonno.
Tagliate a tranci, stappate una bottiglia di buon vino... e godetevi il resto della serata con i vostri amici!

18 commenti:

Federica ha detto...

La pizza cotta ne forno a legna non ha eguali e se fatta pure col lievito naturale...INSUPERABILE! Ha un aspetto invitantissimo. Peccato che con il lievito naturale non ho buon rapporto e nelle mie mani proprio non ne vuole sapere di sopravvivere!!! Complimenti, buona giornata

Betty ha detto...

ha tutto un altro sapore la pizza cotta nel forno a legna, hai proprio ragione, è superrrr...
complimenti!
bacibaci.

Antonella ha detto...

Hai avuto un bel coraggio ad accendere il forno a legna con questo caldo! Ma se il tubo dell'acqua era a portata di mano e se il risultato finale è quello che vedo nella foto, beh... la prossima volta mi inviti!?!? ;)

Tery ha detto...

Mamma mia che pizza!! Forno a legna e lievito naturale, grandissima! :))

Federica ha detto...

FA VO LO SA!!!!ciao!

Kiss Kiss Anna ha detto...

Ragazzi ....questa si che è una vera pizza...complimenti....mille baci Anna

natalia ha detto...

ecco che fine hai fatto! ottima scelta, acqua, giochi, risate e tanta, tanta pizza!!!
ti auguro tante giornate spensierate come questa, un bacio!

Milena ha detto...

Certo che con lievito madre, lunga lievitazione e forno a legna, non c'è storia .....

Trattoria Trinacria ha detto...

Ciao,
siamo una trattoria siciliana di Milano. Siamo in via Savona. Ci piace il tuo blog.
Siamo appena partiti, ma posteremo tutto all'insegna della Sicilia: ricette, vini, racconti di città e cultura.
Se ti va puoi seguirci.
A presto!
Trattoria Trinacria
http://trattoriatrinacria.blogspot.com

giulia pignatelli ha detto...

che bello aver scoperto questo blog! La pizza poi dev'essere ottima, lievito naturale e forno a legna... mamma mia!!! Sei già tra i preferiti

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

Lauradv ha detto...

Uhhhh che spettacolo questa pizza!

Barbara ha detto...

x Federica: hai ragione, la pizza fatta così non ha eguali! Ed hai ragione anche sul lievito... ci vuole proprio tanta pazienza!!! Ciao e alla prossima!!!

x Betty: Ciao cara! Grazie per la visita!

x Antonella: beh, che dire... qui la porta è sempre aperta... organizziamo?!?

x Tery: grazie mille!!!

x Federica: G R A Z I E! Baci!!

x Kiss Kiss Anna: Grazie anche a te! A presto!!!

x Natalia: si cara, diciamo che cerco di ottimizzare il tempo libero... ci vediamo presto!!!

x Milena: Grazie cara! A presto!

x Trattoria Trinacria: Grazie ragazzi! verrò a farvi visita di sicuro! Nel frattempo... in bocca al lupo!!!

x Giulia: ciao e benvenuta allora! Spero di leggerti ancora! Piacere mio!!!

x Vincent: pensavo di essermi registrata circa un anno fa... tornerò sul sito a rivedere la mia scheda... non vorrei aver sbagliato qualcosa!!! Grazie!

x Lauradv: grazie! Ed era anche molto buona!!!! Baciiiii!!!

Luisa ha detto...

che c'è di più buono della pizza, fatta così come una volta.. con quel suo profumo fragrante appena uscita dal forno!brava.. sembra buonissima!

Barbara ha detto...

x Luisa: Grazie cara! In effetti... è proprio buona!

angelo russo ha detto...

Ho letto qualche commento sul tuo blog ed ho notato che molti dei commentatori esaltano e sublimano la pizza cotta nel forno a legna, io ho avuto il piacere di provare a mangiare la pizza cotta in un modernissimo forno elettrico, logicamente rispettando scrupolosamente tutti i canoni per la produzione di una buona pizza: lievito madre, farine e ingredienti di prim'ordine,posso garantirti che la pizza è ugualmente eccezionale al pari di quella cotta nel forno a legna. Dunque la mia modesta e personale conclusione è che ciò che fa di una pizza una buona pizza non è il forno in cui viene cotta, ma gli ingredienti. Buona Pizza a tutti.

Barbara ha detto...

Ciao Angelo. Anche io non accendo di certo tutti i giorni il forno a legna per preparare le pizze in casa. Utilizzo molto più spesso la ricetta per il forno elettrico, e quello che viene fuori è altrettanto buono. Certo è, che il sapore di un impasto cotto su pietra è diverso. A mio avviso non si tratta di "più" o "meno" buono, si tratta di due prodotti diversi...
Alla prossima!!!

Anonimo ha detto...

Ciao e tantissimi complimenti! Mi piace davvero molto questa tua ricetta ma così pure tante altre del tuo blog! Vorrei provare questa pizza nel mio forno a legna, l'unico problema è che non ho ancora la pasta madre disponibile (è in via di formazione) quindi ti chiedo come potrei preparare comunque la pizza magari pochissimo lievito di birra e allungando i tempi di lievitazione? Grazie mille! Elisa

Posta un commento

Dimmi che ne pensi!
Puoi lasciare un commento anche come utente anonimo, ma ricordati di firmare, grazie!

Blog Widget by LinkWithin